Nati alle 3e32

L'Aquila, cronache dal dopo terremoto

AA.VV.

16,00

IL LIBRO

L’Aquila: 6 aprile 2009, ore 3:32. La terra trema e fa 309 morti. Gli sfollati saranno 65.000 ma, solo alcuni di loro, aiutati dall’opinione pubblica, dalle associazioni e dai movimenti, riuscirà ad arginare il dramma scaturito da una delle più gravi catastrofi degli anni 2000 in Europa. La ricostruzione, a dieci anni dal sisma, non è ancora nell’agenda politica. Alcune piccole oasi sono rinate, ma il centro storico della città, cuore pulsante dell’Aquila, rimane un cumulo di macerie silenzioso. Un racconto a più voci fatto da persone, la cui nuova vita è iniziata alle 3:32 del 6 aprile 2009. Lo spaccato di una società in continuo mutamento che prova a ricostruire il tessuto sociale di una città in agonia all’ombra delle costruzioni non più “temporanee” che hanno preso il posto del capoluogo abruzzese. Quello che vi raccontiamo è una verità scomoda su ciò che realmente è accaduto e su ciò che potrebbe non accadere mai.

Informazioni aggiuntive

ISBN

9788894953305

EDIZIONE

Copertina flessibile, Misure 20×14 cm

ANNO

COLLANA

AUTORE

UN'OPERA CORALE

Subito dopo il terremoto del 6 aprile 2009 un gruppo di attivisti, donne e uomini aquilani, si sono impegnati per dare vita ad un movimento che rivendicava trasparenza e partecipazione della popolazione nel processo di ricostruzione. Quella ricostruzione che dopo 10 anni tarda ancora ad arrivare. Sono Loro gli autori di questo libro inchiesta che torna a far luce su quella terribile notte e su quello che è accaduto dopo. Sono quelli del "yes we camp" durante il G8, del "popolo delle carriole", delle manganellate a Roma sotto casa di Berlusconi, di CaseMatte e del Comitato 3e32… Una comunità intera che ha provato a tutelare la propria città mentre le priorità politiche diventavano altro, giorno dopo giorno, governo dopo governo. Il cuore del centro Italia, uno dei centri storici più belli del Mondo intero, lasciato alle macerie. Solo alcuni angoli di l’Aquila sono riusciti a rinascere. Gran parte del centro è ancora chiuso e silenzioso. Qualcuno non si è arreso e non si arrende e finalmente un libro racconta la verità su tutto quello che è accaduto.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Nati alle 3e32”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *