|

  sinossi
#graphicnovel #premiosiani2011

Dal 23 settembre 2015, a trent'anni dall'uccisione di Giancarlo Siani, è disponibile una EDIZIONE LIMITATA della graphic novel, già vincitrice del Premio Siani 2011, contenente otto tavole inedite.

Per le strade di Castellammare di Stabia e Torre Annunziata una Mehari verde non passa di certo inosservata. Un ragazzo sorridente e tutto d'un pezzo affronta così le sue giornate da cronista e corrispondente precario del Mattino di Napoli: andando in giro a cercare notizie da scrivere senza paura. La camorra, Giancarlo Siani, la guarda dritta negli occhi mentre ne racconta traffici e violenze. Non tace nulla di ciò che vede: dal fiume di denaro per la ricostruzione dopo il terremoto in Irpinia, alle lotte degli operai in cerca di diritti.
Non tralascia alcun particolare, men che meno i nomi di Valentino ed Ernesto Gionta, Lorenzo e Angelo Nuvoletta, Antonio Bardellino. Proprio in un momento in cui la guerra di camorra fa decine di morti ammazzati per le strade dell'hinterland napoletano. Nomi e cognomi che gli costano la condanna a morte.
Il 23 settembre del 1985 Giancarlo Siani viene ucciso mentre è a bordo della sua "strana" auto verde, dopo quattro giorni dal suo ventiseiesimo compleanno. Dodici anni di processo si concludono con la condanna di mandanti ed esecutori. E la sua fine diventa il simbolo di un giornalismo fatto di etica e passione. Per la vita come per la giustizia.
"E lui che mi sorride". Così il fratello Paolo ricorda Giancarlo mentre partecipa a un corteo con il simbolo della pace dipinto sul volto. Un segno che assieme a quelli di questo fumetto racchiude i sogni e le speranze di un popolo.

  autore
Alessandro Di Virgilio (sceneggiatore)
Nato a Napoli nel 1962, vive e lavora in un paesino della Sabina, in provincia di Rieti. Sceneggiatore, ha lavorato per Il Giornalino e Splatter. Ha scritto La Grande Guerra, storia di Nessuno (Becco Giallo, 2008, disegni di Davide Pascutti), ThyssenKrupp, Morti Speciali Spa (Becco Giallo 2009, disegni di Manuel De Carli), Sandokan (Nicola Pesce 2009,disegni di Andrea Meneghin) e ha partecipato ai volumi antologici Monstars n.3 (Nicola Pesce,2008), Mono n.4 (Tunué, 2008), Mono 8 (Tunué, 2010) e Sherwood Comix (Nicola Pesce 2009). Inoltre, da quest'anno, pubblicherà la sua serie "Città effimera" sulle pagine del nuovo bimestrale iComics e alcune storie autoconclusive sulle testate dell'Aurea Editoriale.

Emilio Lecce (disegnatore)
Nato a Roma nel 1983, dove vive e lavora. Disegnatore, dopo essersi diplomato alla Scuola Internazionale di comics nel 2006 ha collaborato con la Cagliostro ePress (BeSide 2006-2007), Edizioni BD (Le book one, 2008), Tunuè (Mono 6, 2009), Nicola Pesce (Sherwood Comix, immagini che producono azioni, 2009), Aurea Editoriale (2010). Nel 2007 insieme a Silvia Califano da vita allo Xanadu Studio, attivo nel settore pubblicitario e didattico, con lavori per Rai Tv, Comics Provider, Burnet Foundation, Sky, Studio Universal, FGCI, Ministero dello Politiche Agricole e varie Agenzie di grafica.