Giona (Quando i profughi eravamo noi)

15,00 €
Tasse incluse

C'è stato un tempo in cui le bombe cadevano anche sopra ai nostri tetti. Questa è la nostra storia: una storia di vittime, sfrattati e profughi italiani. Profughi non meno sporchi e disperati di quelli che ora guardi in tv. 

Quantità
Disponibile

  • Pagamento tramite PayPal o Carta di credito Pagamento tramite PayPal o Carta di credito
  • Spedizioni gratuite per ordini superiori a 20 € Spedizioni gratuite per ordini superiori a 20 €

Giona è la storia di una famiglia. La storia di due adulti, una ragazzina e tre bambini che hanno viaggiato a lungo, che hanno patito la fame e il freddo. Persone che hanno guardato la morte in faccia più volte, rinchiuse, umiliate, che si sono perse e ritrovate. Eppure Giona non è la storia di una famiglia somala, siriana o afghana, e nemmeno curda. Erano di Coreno Ausonio, un paesino di poche anime arroccato sui monti Aurunci, neanche 150 chilometri a sud di Roma. Questa storia è successa settant’anni fa, ed è iniziata sotto le bombe di Montecassino. Per tutto questo tempo questi fatti sono rimasti sepolti sotto due dita di polvere, annacquati nel chiacchiericcio quotidiano. Poi sono stati tirati fuori, e per farlo si è dovuto scavare a fondo. Quando si scava, però, di solito ci si sporca le mani, c’è sempre il rischio di graffiarsi. E di scontrarsi con una presente che non è molto dissimile da quel fosco passato. Perché la Storia (quella con la S maiuscola) si ripete sempre due volte. La prima come tragedia, la seconda pure.

2016-04-25