La guerra è finita (Tra movimento studentesco e lotta armata: il '77)

14,00 €
Tasse incluse

1977: università occupate, giovani ammazzati e speranze interrotte. Lo stesso movimento che ha rivoluzionato gli atenei va ora incontro a una lenta dissoluzione. Cosa resta del sogno di una generazione in lotta?

Quantità
Disponibile

  • Pagamento tramite PayPal o Carta di credito Pagamento tramite PayPal o Carta di credito
  • Spedizioni gratuite per ordini superiori a 20 € Spedizioni gratuite per ordini superiori a 20 €

Il ’77 è l’anno della radicalizzazione delle rivolte.  Lo spettro del compromesso storico e l’acuirsi della repressione, portano la lotta armata a raccogliere proseliti tra quanti non vedono di buon occhio  l’accondiscendenza del Partito Comunista. Gli studenti appaiono sempre più divisi e chiusi nelle loro roccaforti, lontani dalle istanze della società, dagli operai e dalle restanti fazioni in fermento. La cacciata  del segretario della Cgil Luciano Lama dalla Sapienza non è solo la sintesi di una situazione fuori controllo ma anche l’inizio della dissoluzione del Movimento.  È in questo contesto che muove la nostra storia. Una storia d’amicizia e di opposte fazioni, seppur interne allo stesso ideale, alla stessa lotta, al termine della quale giungeranno solamente i brandelli di un sogno.

2015-03-27