La variante Moro (Tra via Fani e il Plan Cóndor)

15,00 €
Tasse incluse

Un’avvincente partita a scacchi è il pretesto per un’inchiesta su uno degli anni cardine della storia contemporanea: il ’78. Le regole del gioco sono semplici: ogni volta che uno mangia un pezzo, l’altro è costretto a raccontare una storia. Sarà il Bianco o il Nero a ricostruire l’intricata vicenda del rapimento Moro, tra servizi segreti, dittature e precari equilibri internazionali?

Quantità
Disponibile

  • Pagamento tramite PayPal o Carta di credito Pagamento tramite PayPal o Carta di credito
  • Spedizioni gratuite per ordini superiori a 20 € Spedizioni gratuite per ordini superiori a 20 €

Il 1978, oltre ad essere l’anno in cui si disputò una delle più lunghe partite del campionato mondiale di scacchi, vide il Sud America stretto nella morsa di alcune tra le più sanguinose dittature sub-fasciste, mentre l’Operazione Condor della C.I.A. per il controllo degli stati dell’America Latina cominciava a mietere i suoi primi successi. L’Italia, nello stesso periodo, viveva la sua condizione di Paese al confine tra due regni in maniera sempre più stridente. Da una parte le influenze atlantiche, dall’altra quelle del blocco comunista arrivarono a condizionare la vita politica e le scelte economiche del Paese. In questo contesto si dipaneranno le storie che i due giocatori riveleranno man mano in questa singolare partita a scacchi. Il Bianco muove il primo pezzo dopo una breve esitazione, gli risponde immediatamente il Nero. Il Bianco inizia a raccontare di quando, da giovanissimo, decise di arruolarsi come mercenario girando il mondo con il Kèpì Blanc in testa, fino ad arrivare, nel 1978, proprio in Sud America. Il Nero invece, coi suoi modi pacati e caustici, comincia la sua storia dalla mattina del 16 marzo 1978 e racconta con cinico distacco i momenti che precedettero l’agguato di via Fani in cui fu rapito l’onorevole Aldo Moro e vennero freddati gli agenti della sua scorta. È una vicenda che conosce bene. Chi c’era veramente in via Fani? Quali erano le forze in gioco? Chi, sulla scena del rapimento, sparò 49 colpi su 93 con un’unica arma? E cosa ci faceva quello stesso tiratore scelto in Paraguay nel 1978? E, infine, chi dei due giocatori vincerà la sfida e fornirà all’altro l'ultimo tassello per completare il mosaico?

2012-11-23